Galaxy Note 8, riparabilità difficile secondo iFixit

Galaxy Note 8 lo conosciamo perfettamente dal punto di vista estetico, hardware e delle funzionalità offerte. Dopo essere stato sottoposto al test di resistenza dello YouTuber JerryRigEverything, il “phablet per eccellenza” è stato puntualmente fatto a pezzi dal team di iFixit al fine di studiarne le componenti interne più da vicino e per capire se si tratta di uno smartphone facilmente riparabile o meno.

Rispetto a Galaxy S8 e Galaxy S8+ c’è da dire che cambia ben poco, e il medesimo punteggio ricevuto (4 su 10) lo

dimostra chiaramente: Galaxy Note 8 è difficile da riparare in caso di mal funzionamento, specialmente a causa del delicato – e difficilmente rimovibile – pannello di vetro posteriore. Non solo, ma anche l’altrettanto fragile display da 6.3 pollici risulta essere complicato da sostituire, considerando anche che l’azienda sud coreana ha utilizzato un discreto quantitativo di materiale adesivo e di colla per fissarlo alla scocca (lo stesso discorso vale anche per il pannello posteriore).

Qualora l’apertura dello smartphone riuscisse senza troppi patemi – e danni – le componenti interne sono organizzate con una struttura modulare, e dunque sembrano essere facilmente rimovibili (batteria inclusa). In più, la scarsità di viti (standard Philips, tra l’altro) aiuta a non dover impazzire per accedere alle componenti più nascoste.

Insomma, in caso di necessità l’apertura dello smartphone non pare essere particolarmente agevole, specialmente per il vetro anteriore che rende l’operazione alquanto “pericolosa”, così come avviene per Galaxy S8 e Galaxy S8+, la sostituzione dell’Infinity Display richiede la rimozione anche del pannello posteriore, aumentando la probabilità che la scocca possa spezzarsi.

(Visited 145 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *